Please enable JS

Francesca Trubbianelli

Ogni percorso è fatto di incontri, quelli giusti che ti indicano il cammino... Fortunati, ma anche sudati e sofferti.
Il mio primo incontro con il Raku è stato il momento in cui cercavo il regalo di nozze per una carissima amica.

La folgorazione per la leggerezza di quelle sottilissime coppe color oro devono aver segnato il mio destino.
Perché i gioielli in ceramica? Per gioco e per differenziarmi, per sfidare me stessa nella ricerca delle possibili estensioni della lavorazione raku.

La leggerezza è diventata una fissazione quasi maniacale, oltre che un'esigenza. Questo obbiettivo unitamente alla ricercatezza delle forme e all'originalità sono il focus del mio percorso.
Da dove provengono le mie ispirazioni, a livello razionale, non saprei dirlo. È un mondo inconscio quello che si muove dentro e che prende dalla vita tutta e mi regala visioni che si accendono nella mente con chiarezza e sicurezza.

Quando individuo certi filoni di stile che mi convincono molto li porto avanti per lungo tempo sorprendendomi delle declinazioni che riesco a rinnovare.
Di sicuro, e guardandolo a posteriori, mi rendo conto che la fonte madre delle mie ispirazione è la natura che mi circonda, la sua bellezza e il mio amore per la mia terra, Assisi.

Sono nata ad Assisi, dove vivo e lavoro.
Dopo il diploma all’Accademia di belle Arti di Perugia, corso di Scultura, nel 2005 ho iniziato il mio percorso verso la ceramica e la tecnica Raku frequentando un corso voluto da Nino Caruso e tenuto dall’artista americano David Davinson. Da allora ho focalizzato la mia ricerca nella realizzazione di monili e gioielli per sfidare la materia e arrivare ad effetti apparentemente estranei al loro processo.
Tutti i miei gioielli sono personalmente realizzati con la tecnica della ceramica raku. La sfida è riuscire a dare ai gioielli leggerezza nonostante il materiale utilizzato sia pesante, fare oggetti leggeri e appropriati, non solo di grande impatto visivo.


Ringrazio la fotografa Giulia Micheli di Art Fabrica per le foto che mi ritraggono e raccontano

CONTATTAMI