Please enable JS

Raku

Raku significa vivere con gioia ed in armonia con...

Raku significa vivere con gioia ed in armonia con la natura.

I manufatti realizzati con la tecnica raku, sono apprezzati per il fascino e la screziatura dei colori ed è l'unicità dell'effetto ottenuto che rende ogni pezzo un pezzo unico.

Ho voluto dare la forma di un gioiello, di una collana, di un anello, a manufatti che in qualsiasi forma, sono già di per sé dei gioielli, per il loro aspetto, la loro origine, e per la tecnica con la quale vengono forgiati.

RAKU
ORIGINI E SIGNIFICATO

Il Raku è una tecnica di origine giapponese nata nel XVI secolo in sintonia con lo spirito zen, legata alla cerimonia del tè.

L'importanza del rito consisteva nello smaltare le tazze e cuocerle durante la cerimonia del tè, cerimonia legata alla religione scintoista che mette tuttora in primo piano l'uomo e la natura, interpretati attraverso i quattro elementi: TERRA, ACQUA, FUOCO, ARIA.

L'effetto e la singolarità dell'estrazione dell'oggetto reso incandescente dal fuoco, danno emozioni e suggestioni davvero straordinarie che ricreano l'atmosfera ricca e intensa del rituale.

Questo processo determina particolari effetti, sfumature e irregolarità che rendono il pezzo unico e irripetibile.

LA TECNICA

L’argilla deve avere una struttura con caratteristiche tali da sopportare le violente variazioni di temperature alle quali è sottoposto l’oggetto.

La smaltatura dei pezzi biscottati può essere fatta a immersione, a spruzzo o semplicemente a pennello.

Nel Raku giapponese, l'argilla refrattaria (una particolare terra con all'interno granelli di sabbia e resistente a shock termici) già cotta, viene smaltata e sottoposta ad una seconda cottura che serve a vetrificare lo smalto.

Il pezzo una volta raggiunta la temperatura di fusione dello smalto, viene estratto dal forno e buttato nella segatura o in altri materiali infiammabili; ne deriva una combustione che viene controllata dal ceramista generando un'atmosfera riducente che avvolge il pezzo.

CONTATTAMI